Vittoria e l’insostenibile legge 40

Vittoria e l’insostenibile legge 40

11 gennaio 2018

La legge 40/2004 è una delle tante leggi italiane senza senso. In quanto tale, non poteva che essere fatta a brandelli a colpi di ricorsi alla Corte Costituzionale. Nel 2015, una sentenza ormai “storica” ha modificato la normativa che, tra le varie assurdità, non consentiva l’accesso alla fecondazione assistita alle coppie fertili, portatrici di patologie genetiche importanti.

Così, ora si celebra la nascita di Vittoria, meraviglioso epilogo della lunga lotta e dei tanti sacrifici dei suoi genitori. La piccola è nata sana proprio perché la sua mamma ha potuto eseguire la diagnosi preimpianto sull’embrione da impiantare nell’utero.

“Oltre a Vittoria, con la stessa tecnica di fecondazione assistita, sono venuti al mondo due gemellini sanissimi, la cui mamma è portatrice di talassemia”, ha commentato Filomena Gallo, segretario dell’Associazione Luca Coscioni per la libertà di ricerca scientifica e legale, che ha rappresentato le coppie di fronte alla Consulta. "Ora è necessario che vengano aggiornati anche i Lea in questa direzione, e che la diagnosi preimpianto sia a carico del Ssn, diventando così accessibile a tutti", ha aggiunto la Gallo.

Se non dovesse accadere, c’è da star sicuri che l’Associazione Coscioni tornerà a farsi valere in tribunale.

Leggi l'articolo completo su leggo.it

logo myivflab newsportalok

Follow us on

EDITORE

Rea Multimedia Srl
Partita IVA: 13539971005

myivflab.eu

testata registrata presso il tribunale di Roma n°183/2015 del 20 ottobre 2015
direttore responsabile: Carlo Falciola

Provider

Ergonet Srl
Via G. Contadini, 18
01027 Montefiascone (VT)

Webmaster

Coopera Srls
www.coopera.company

              

@2016 Myivflab.eu - credits: coopera.company web design & communication strategies