AREA PROFESSIONISTI

Crioconservazione ed esito perinatale

Crioconservazione ed esito perinatale

Pubblicato su Ultrasound in Obstetrics and Gynecology, 27 ottobre 2017

Autori:

Alviggi C.1

Conforti A.1

Carbone IF.2

Borrelli R.1

De Placido G.1

Guerriero S.3

Sedi:

1Department of Neuroscience, Reproductive Medicine, Odontostomatology, University of Naples Federico II, Naples, Italy.

2Department of Obstetrics and Gynecology, Mangiagalli, Fondazione IRCCS Ca' Granda, Ospedale Maggiore Policlinico, Milan, Italy.

3Department of Obstetrics and Gynecology, University of Cagliari, Policlinico Universitario Duilio Casula, Monserrato, Cagliari, Italy.

ABSTRACT

OBIETTIVO: Confrontare l’esito perinatale delle singole gravidanze ottenute dal trasferimento degli embrioni in fase di blastocisti e di clivaggio e valutare se questo fa emergere una differenza tra i cicli di trasferimento di embrioni freschi e congelati.

METODO: È stata effettuata una revisione sistematica della letteratura, utilizzando i database SCOPUS, MEDLINE e ISI WEB OF SCIENCE senza limitazioni temporali. I termini di ricerca erano "blastocisti", "embrione nella fase di clivaggio", "esito perinatale", "mortalità perinatale", "nascita pretermine", "nascita prematura", "peso alla nascita", "anomalie congenite" "deformità" e "difetto alla nascita". Abbiamo incluso solo pubblicazioni che hanno coinvolto persone i cui esiti perinatali delle singole gravidanze dopo il trasferimento di blastocisti sono stati confrontati con il trasferimento di embrioni dopo la fase di clivaggio. Sono esclusi rapporti di casi, libri, abstract dei congressi e, più in generale, tutta la Grey literature.

CONCLUSIONI: I nostri risultati suggeriscono che la crioconservazione degli embrioni potrebbe far emergere differenze nell’esito perinatale tra le gravidanze in fase di blastocisti e di clivaggio in termini di nascita pretermine, nascita prematura - ampie per età gestazionale, minime per età gestazionale e mortalità perinatale. È importante interpretare questi dati con cautela, a causa del livello esiguo di prove e della grande eterogeneità degli studi.

Per maggiori info leggi l’abstract originale su PubMed: Abstract su Pubmed

logo myivflab newsportalok

Follow us on

EDITORE

Rea Multimedia Srl
Partita IVA: 13539971005

myivflab.eu

testata registrata presso il tribunale di Roma n°183/2015 del 20 ottobre 2015
direttore responsabile: Carlo Falciola

Provider

Ergonet Srl
Via G. Contadini, 18
01027 Montefiascone (VT)

Webmaster

Coopera Srls
www.coopera.company

              

@2016 Myivflab.eu - credits: coopera.company web design & communication strategies